Test Ultenic FS1: cosa può fare l'aspirapolvere economico con stazione di aspirazione?
CasaCasa > Notizia > Test Ultenic FS1: cosa può fare l'aspirapolvere economico con stazione di aspirazione?

Test Ultenic FS1: cosa può fare l'aspirapolvere economico con stazione di aspirazione?

Apr 20, 2023

Dyson ha da tempo molta concorrenza nel campo degli aspirapolvere senza filo. Sono soprattutto i dispositivi dei produttori dell'Estremo Oriente a dare del filo da torcere alla tradizionale azienda britannica. Ciò include anche il marchio piuttosto sconosciuto Ultenic. Con l'FS1 ha lanciato sul mercato un aspirapolvere senza filo davvero speciale. L'esclusivo punto di forza dell'aiutante domestico intelligente ricorda i moderni robot aspirapolvere completamente attrezzati. Dopotutto, viene fornito con una pratica stazione di aspirazione. Se questo dà i suoi frutti nella pratica o è un espediente inutile e come si comporta l'aspirapolvere chic nella pulizia quotidiana, vogliamo verificarlo nel test Ultenic FS1.

Sommario

Nella fornitura troviamo oltre all'aspirapolvere senza filo stesso, la stazione di aspirazione e il cavo di alimentazione abbinato. Inoltre il produttore fornisce due accessori con spazzola per tessuti e bocchetta per fessure, che possono essere utilizzati in alternativa alla spazzola principale.

Per quanto riguarda gli accessori, c'è ancora un filtro di ricambio, due sacchetti raccoglipolvere di ricambio per la stazione di aspirazione e un pratico strumento per la pulizia. Ciò dovrebbe certamente essere sufficiente per la stragrande maggioranza. Resta tuttavia da notare che qui la concorrenza è in parte molto più generosa.

In ogni caso non si può negare un design interessante all'Ultenic FS1. Quindi, con le sue linee moderne e la combinazione di colori prevalentemente blu e grigio, ricorda in parte chiaramente il re dell'industria Dyson o ma anche alcuni dispositivi della Dreame. Un accento arancione fornisce un attraente tocco di colore. Il contenitore dello sporco è trasparente in modo da poter vedere quanto è pieno. Per quanto riguarda il materiale, il produttore punta principalmente sulla plastica.

Questo non è affatto un tabù. Dopotutto, anche i costosi dispositivi Dyson fanno affidamento su di esso, il che dà loro un vantaggio decisivo, soprattutto in termini di peso. Come possessore di un Dyson V11, ho trovato davvero impressionante il fatto che nel confronto diretto non potessi quasi notare alcuna differenza qualitativa. Certamente non senti la chiara differenza di prezzo qui. Ma ovviamente l'Ultenic FS1 presenta delle differenze rispetto a Dyson.

Qui ad esempio non viene utilizzata la classica operazione di trigger. Il marchio cinese si affida invece a un pulsante di accensione/spegnimento sulla parte superiore del dispositivo. Tutto ciò che serve è premere un pulsante per accendere e spegnere l'aspirapolvere senza filo. Il vantaggio è evidente. Evita i crampi al dito indice, soprattutto durante le sessioni di pulizia più lunghe. Uno svantaggio è invece che l’utilizzo a due mani è inevitabile.

Cioè, mentre con una mano tieni l'aspirapolvere senza filo come una pistola, con l'altra devi premere il pulsante in alto. Ciò che piace di più è, in definitiva, una questione di gusti. Personalmente preferisco un mix di entrambi. Molti dispositivi ora offrono la possibilità di essere accesi e spenti premendo una volta il grilletto. Un esempio di ciò è il Tineco Pure One Air Pro (test).

Nei moderni aspirapolvere a batteria il display è ormai un fatto comune. Di conseguenza, non sorprende che l'Ultenic FS1 sia dotato anche di uno schermo. Qui puoi vedere le informazioni principali più importanti come lo stato attuale della batteria e il livello di potenza. Il dispositivo offre un totale di tre diversi livelli con automatico, basso e alto. Sfortunatamente, il livello della batteria viene visualizzato solo in barre e non in percentuale come al solito. Inoltre, l'aiutante domestico intelligente utilizza lo schermo per informare l'utente di eventuali errori. In teoria, ovviamente, sembra un aiuto pratico.

Durante l'utilizzo, tuttavia, si nota che il posizionamento non è ben studiato. Mentre la concorrenza solitamente posiziona il tutto sul retro del dispositivo, Ultenic decide di installare il display nella parte superiore. Pertanto, è sempre necessario abbassare leggermente il dispositivo per vedere il contenuto. Inoltre, il posizionamento discutibile del display garantisce che non sia possibile vederlo quando il vuoto si trova nella stazione di aspirazione. Questo è un po' fastidioso perché non puoi vedere il livello di carica mentre l'unità è in carica. Questo potrebbe non essere un fallimento totale, ma mina un po’ la facilità d’uso.